Curiosando tra i ragazzi del corso di Scrittura Creativa

Il Corso di Scrittura creativa proposto dal Convitto, di anno in anno, cresce per numero e, soprattutto, per consensi. Spia di una grande voglia di comunicare.

di Sabrina Arcese. Tra le attività serali che si svolgono in Convitto, il corso di Scrittura creativa è sicuramente uno dei più longevi, perché trova riscontro in un grande numero di ragazzi che, di anno in anno, confermano la loro scelta e promuovono questa attività con i nuovi arrivati, attraverso una volontaria ed efficiente operazione di passaparola.

L’altra sera, su invito della referente Francesca Gosti, sono entrata a curiosare un po’ e sono stata accolta con grande calore ed entusiasmo. La maggior parte di loro era intenta a scrivere, mentre alcuni spulciavano libri e altri ancora si lasciavano cullare dalla musica che c’era in sottofondo.

Quando ho visto Andrea Vittoria, iscritta per la prima volta in convitto, le ho chiesto cosa l’avesse spinta a frequentare questo corso e lei, senza esitazione, mi ha risposto che la sua scelta è stata dettata dalla passione per la scrittura e la lettura e che le sue aspettative sono state ampiamente superate perché non immaginava di emozionarsi tanto e di integrarsi così facilmente in un gruppo di ragazzi e ragazze conosciuti solo qualche settimana fa. È quello che confermano anche Nicole e Asia, che hanno frequentato il corso già l’anno scorso e mi hanno confidato che la loro forte amicizia è nata proprio grazie a questa attività.

E poi ci sono loro: le poesie e i racconti scritti dai nostri convittori. Questi elaborati vengono condivisi tramite la lettura ad alta voce in uno spazio temporale dedicato, durante il quale il silenzio e l’attenzione di tutti sanciscono l’importanza di dare ascolto alla voce degli altri, senza paura di essere giudicati o, ancor peggio, derisi.

Tra i testi che sono stati letti in mia presenza, ho scelto di pubblicare “Piccolo mondo” di Lucian Asofiei.

“PICCOLO MONDO”

Eccomi qua

dopo…

cinque anni!

Ancora qua

nel

mio piccolo

grande mondo

Dove

non sono giudicato

per quello che faccio

Dove

ognuno scrive

quello che prova.

C’è una persona

in particolare

che non

ti giudicherà mai

anzi

sarà come

una seconda mamma

che ti capirà

che ti sosterrà.

Volete sapere

come si chiama

il mio mondo?…

SCRITTURA CREATIVA

 

 

Circolari, notizie, eventi correlati