19 dicembre: tanti modi di gustare il pesce

Con "Un guizzo di salute", Spoleto diventa centro propulsivo per la conoscenza e la valorizzazione del consumo del pesce.

Il 19 dicembre, dalle 10, con “un guizzo di salute”, l’importanza di una sana alimentazione arriva nel piatto attraverso la conoscenza dei prodotti tipici delle nostre acque. All’Istituto Alberghiero di Spoleto, infatti, si  guarda al mare, ai laghi, ai fiumi per esplorare la ricchezza ittica e valorizzare le diverse specie, anche quelle meno conosciute, altrettanto ricche di valori nutrizionali e di bontà.

L’Istituto di Spoleto diventa così centro di studio, ricerca e rilancio del consumo consapevole dei prodotti ittici e, pur essendo lontano dal mare, l’essere stato scelto come sede per essere motore propulsivo per un maggior consumo di tutte le specie, sta a significare il riconoscimento della costante attenzione che al De Carolis si pone alla sana e corretta alimentazione, alla conoscenza di tutti i prodotti, alla loro trasformazione. A tutto ciò si aggiunge anche il significato simbolico che il pesce ha nelle diverse culture e religioni e il valore nelle tradizioni: durante la vigilia, sulle tavole, è il protagonista

La giornata del 19 vede la presentazione di due importanti iniziative in cui è coinvolto il Ministero della Salute: prima con la presentazione dell’accordo della collaborazione con Assoittica-Italia e poi con  la presentazione del progetto “un guizzo di salute”. I prodotti ittici si possono gustare con tutti i sensi, compreso anche quello “scritto”, come con il ricettario a cui il “G.de Carolis” ha dato il contributo.

Grazie al supporto della rete Assoittica e della rete degli Istituti Alberghieri Ittici, il curricolo quinquennale dei nostri studenti si arricchisce, così, con una preparazione eccellente mirata anche a questa tipologia prodotto che richiede una corretta preparazione in cucina e un’ altrettanto curata e appropriata mise en place.

Circolari, notizie, eventi correlati